Le novità introdotte in materia doganale dalla Legge n. 157/2019 Legge Finanziaria

By 3 febbraio 2020Aggiornamenti

Il recente Decreto Fiscale potrebbe produrre i propri effetti giuridici anche in materia doganale; la norma, infatti, potrebbe estendere la riduzione agevolata delle sanzioni a 1/5 del minimo edittale, a tutti i ravvedimenti operosi attivati, presso la Dogana, a seguito di notifica del Processo Verbale di Contestazione (PVC).

É da un’attenta analisi interpretativa della normativa, precisamente dell’art. 10 bis della L.157/2019 che converte con modifiche il DL 124/2019, che si potrebbe presupporre una tale espansione della portata legislativa. Il riferimento normativo abroga espressamente il precetto descritto all’art. 13 c. 1bisdel Dlgs 472/1997, col quale il Legislatore escludeva che i tributi doganali venissero interessati dalla riduzione della sanzione fino a 1/5 a seguito ricezione di un atto di accertamento.

 Di conseguenza si potrebbe ritenere che per tutti i PVC notificati successivamente il 25 Dicembre 2019 (data di entrata in vigore della legge di conversione del DL 124/2019) la riduzione delle sanzioni non è più consentita nelle forme più favorevoli di 1/7 e 1/6 del minimo edittale precedentemente previste.

 Tuttavia resta fermo che, fino a quando non prende corso un’attività di accertamento da parte dell’Amministrazione finanziaria, il contribuente (ed eventuali soggetti solidalmente obbligati) che si accorge di un’anomalia contenuta nella propria dichiarazione doganale, possa sempre sanare l’errore e/o l’omissione, autodenunciandosi entro 3 anni dalla data di presentazione della bolla.

aggiornamento a cura di Studio Laghezza

Consulenza doganale

phone + 39 0187 597 336

Leave a Reply