Category

Comunicato stampa

logistica magazzino gruppo laghezza slide

NOVITA’ DEPOSITI IVA – DAL 1 APRILE 2017

By | Comunicato stampa | No Comments

E’ uscita in questi giorni la circolare Confetra n. 69/2017 e relativi allegati, riguardanti le modalità di estrazione dei beni dai depositi IVA a far data dal 1/4/2017.

Non emergono sostanziali differenze rispetto alle attuali modalità di introduzione ed estrazione, fatte salve le nuove regole applicabili nel caso in cui il soggetto estrattore non coincida con il soggetto che ha introdotto i beni in deposito. In tale circostanza, tra i vari adempimenti, è fatto obbligo al soggetto estrattore di trasmettere la dichiarazione sostitutiva attestante la sussistenza dei requisiti di affidabilità al gestore del deposito Iva utilizzato.

Ciò nonostante, in assenza di circolari esplicative da parte dell’Agenzia delle Dogane, alcuni gestori continueranno ad operare con le attuali modalità operative, mentre altri richiederanno obbligatoriamente il modello di dichiarazione sostitutiva, anche qualora il soggetto che estrae i beni sia il medesimo soggetto che ha introdotto i beni in deposito.

dogana porto container gruppo laghezza slide

I RISULTATI DEL GRUPPO LAGHEZZA NEL 2016

By | Comunicato stampa, Senza categoria | No Comments

La Spezia – Tre nuove sedi operative che offrono una gamma completa di servizi doganali in Emilia Romagna e una crescita occupazionale che ormai ha nel mirino un organico complessivo di 150 unità.

Il Gruppo Laghezza della Spezia, dopo essersi connotato come il primo spedizioniere doganale con spiccate caratteristiche porto-marittime in grado di sbarcare in un grande aeroporto, quello di Milano-Malpensa, è entrato in una nuova fase di espansione aziendale, offrendo i propri servizi doganali nelle nuove sedi di Bologna Interporto e Modena Campogalliano, in aggiunta a quella di Piacenza Interporto. Nel 2016 il fatturato del gruppo ha raggiunto i 30 milioni di euro, per un incremento dell’11% rispetto al 2015; il numero di operazioni doganali è cresciuto dell’8% circa rispetto al 2015, raggiungendo quota pari a circa 128.000. Ottimi i risultati anche per quanto riguarda i trasporti via camion gestiti, con un incremento del 6% rispetto al precedente anno. Importanti i riflessi occupazionali; con l’apertura e lo sviluppo delle nuove sedi, il Gruppo Laghezza prevede a breve di superare il traguardo storico delle 150 unità lavorative occupate, contro le 132 del 2015. Nell’area della Spezia, dove è presente l’headquarter, il gruppo, guidato dal presidente Alessandro Laghezza, prevede un ulteriore potenziamento delle attività, anche di riempimento e svuotamento dei container, nelle aree di Santo Stefano Magra.

alessandro

ALESSANDRO LAGHEZZA RELATORE AL CONVEGNO “PORTI E CITTA'”

By | Comunicato stampa | No Comments

Genova – «Saper cogliere che i porti e le città vanno di pari passo è una sfida culturale».

Il Presidente degli Spedizionieri della Spezia Alessandro Laghezza è intervenuto come relatore nel corso del convegno, promosso dal senatore Maurizio Rossi a Genova nella sala della terrazza Colombo, dal titolo: “Quale equilibrio tra gli interessi dei porti e le esigenze delle città che li ospitano?”.

Il tema estremamente attuale ha messo a confronto le istituzioni locali: per la Spezia erano presenti il Sindaco Massimo Federici, il Presidente dell’Autorità di sistema Portuale Carla Roncallo e gli operatori locali rappresentati da Alessandro Laghezza e Giorgia Bucchioni.

Alessandro Laghezza, nel suo intervento, ha posto la questione di come sia difficile trovare il punto di equilibrio fra citta e porti, soprattutto in Liguria dove gli stessi sono fortementi connessi alle città. Un equilibrio che spesso è messo in discussione da una assente, o in alcuni casi, solo parziale, discussione sui temi che riguardano citta e porti, e dove si tende ad indicare i porti come industrie estranee al territorio. “Spesso – ha proseguito Alessandro Laghezza – assistiamo a posizioni che puntano allo scontro e non alla sintesi, perdendo di vista che il futuro dei porti corrisponde a quello delle città. Questa è la vera sfida culturale”.

Sul tema dello sviluppo, Alessandro Laghezza ha lanciato una sfida che ha il sapore dell’ultima occasione utile: “abbiamo un piano nazionale della portualità e della logistica e una nuova riforma delle governance dell’Autorità di sistema – ha commentato Alessandro Laghezza –  tuttavia i ritardi sono sotto gli occhi di tutti gli operatori.  Alla Spezia, nonostante un PRP ormai datato, dal 2005 ad oggi è cambiato davvero poco: nel 2005 operavamo con un milione di TEU ed eravamo il primo porto, oggi poco è variato rispetto al numero di TEU e siamo scesi in classifica. Questo è il risultato di assenza di investimenti e di un PRP mai attuato e dove la forte ed eccessiva comunicazione sul crocierismo nasconde la realtà dei fatti. L’auspicio è che con questa nuova governance si riesca a dare un nuovo impulso, partendo dalla necessità di destinare le banchine del Garibaldi alle merci prima che si invertano i flussi commerciali”.

Fonte: Città della Spezia | Link Articolo

porto dei piccoli Il mare come terapia ricreativa gruppo laghezza

EVENTO DEL “PORTO DEI PICCOLI” A LA SPEZIA

By | Comunicato stampa | No Comments

La Spezia – Martedì 13 dicembre alle ore 18.45 si svolgerà presso il Circolo Ufficiali Marina Militare un incontro con l’Associazione “Il Porto dei Piccoli”, rappresentata su La Spezia dal nostro Presidente Alessandro Laghezza, nonchè Presidente dell’Associazione degli Spedizionieri.

Si tratta di un’importante occasione per conoscere meglio l’operato di questa ONLUS, nata presso l’Ospedale “Gaslini” di Genova, che svolge un’attività di supporto ludico ai bambini ricoverati in ospedale e alle loro famiglie.

Sul nostro territorio, “Il Porto dei Piccoli” è attivo dal 2012 e, grazie al supporto di Spedizionieri, Doganalisti ed Agenti Marittimi spezzini e la partecipazione di Marina Militare e Capitaneria di Porto, svolge la propria attività sia presso l’Ospedale “Sant’Andrea”, che presso le abitazioni di una decina di bambini affetti da gravi patologie.

Vi aspettiamo numerosi!

IL GRUPPO LAGHEZZA "SBARCA" A MALPENSA

IL GRUPPO LAGHEZZA “SBARCA” A MALPENSA

By | Comunicato stampa | No Comments

La Spezia – Il gruppo Laghezza di La Spezia sbarca a Malpensa ed è il primo spedizioniere doganale con spiccata vocazione portuale a impegnarsi direttamente al servizio delle merci che viaggiano per via aerea.

L’ingresso nel principale aeroporto merci italiano è parte integrante di una politica di sviluppo che il gruppo, guidato da Alessandro Laghezza, sta perseguendo e che ha avuto una brusca accelerazione nel corso del 2015 e nel primo semestre di quest’anno con l’apertura di sedi operative negli interporti di Modena, Bologna, Piacenza e Melzo. Nel primo semestre del 2016 il fatturato italiano del Gruppo (che consolida l’attività di tutte le business units, ovvero Dogana, Trasporti e Logistica) è cresciuto del 6% circa rispetto al primo semestre del 2015. Il numero di operazioni effettuate è cresciuto dell’11%.

La realtà spezzina, che sin dagli anni ‘70 aveva concentrato la sua attività nel campo delle agenzie marittime, ha negli anni progressivamente accentuato la sua specializzazione nei servizi doganali e ha inoltre diversificato le proprie linee di business affacciandosi anche al settore dei trasporti e della logistica in generale; il gruppo Laghezza occupa complessivamente 132 addetti, gran parte dei quali ad alta specializzazione professionale.

Recentemente il gruppo ha anche ribadito il suo impegno per la costruzione di un vero e proprio polo logistico nelle aree retro portuali di Santo Stefano Magra, rafforzando le attività di riempimento e svuotamento dei container, nonché tutti i servizi logistici con il preciso obiettivo di radicare queste funzioni nel territorio e nel porto di La Spezia.

 

IL SISTEMA SPEZIA CONFERMA LA SUA UNICITA'

IL SISTEMA SPEZIA CONFERMA LA SUA UNICITA’

By | Comunicato stampa | No Comments

LA SPEZIA – Anche nella crisi del colosso del trasporto container, il gruppo coreano Hanjin, il porto di La Spezia si rivela un’eccezione nel panorama mondiale. Grazie alla collaborazione, il senso di responsabilità e la professionalità non solo del La Spezia Container Terminal, ma di tutta la comunità degli operatori portuali spezzini, la Hanjin Spain, un gigante da 350 metri di lunghezza e un carico di 5000 teu, ha sbarcato alla banchina di LSCT 1650 container e ha potuto ripartire questa mattina in direzione Valencia, saltando poi il previsto scalo su Genova.

Con la compagnia Hanjin in ginocchio, soffocata da un debito compreso fra i 5 e i 6 miliardi di dollari, e con 50 navi o in navigazione o ancorate nelle rade dei porti di mezzo mondo, per evitare il sequestro, La Spezia ha confermato la sua unicità, frutto di una sinergia ineguagliabile fra il Terminal, gli operatori della community (agenti marittimi spedizionieri e doganalisti), Agenzia delle Dogane, nonché rimorchiatori, piloti ormeggiatori e l’Autorità marittima in grado di fare squadra proprio nei momenti di maggiore difficoltà.

Alla Spezia, ferma restando la complessità della situazione e dei contenziosi legali in atto e futuri, si è riaffermata con determinazione la volontà (e da ciò trae origine il ringraziamento che La Spezia Port Service ha voluto estendere a tutti quelli che hanno consentito questo “miracolo”) di riservare un’attenzione prioritaria alla clientela proprietaria della merce che in questa vicenda, del tutto straordinaria per il porto spezzino, corre il rischio di subire danni e svantaggi tali da compromettere non solo il comparto portuale, ma anche altri settori dell’economia italiana.

La compagnia Hanjin per il Porto della spezia rappresenta il primo vettore marittimo per operazioni di importazione con circa 90.000 contenitori annui e in questa occasione nell’acme della sua crisi finanziaria ha trovato nel porto ligure partner operativi disposti anche ad assumersi rischi finanziari e responsabilità nel segno di una funzionalità e di una efficienza destinati a rafforzare il prestigio del porto nella comunità marittima internazionale.

Fonte: Cronaca 4 | Link Articolo

gruppo laghezza artensile

IL GRUPPO LAGHEZZA SPONSOR DI ARTENSILE

By | Comunicato stampa | No Comments

Fatturato da 26 milioni di euro nel 2015, 200mila container processati, 140mila bollette processate, sedi a Livorno, Venezia, Piacenza e Salerno, parliamo del Gruppo Laghezza,  realtà spezzina attiva nel settore delle operazioni doganali e importante player nel settore del trasporto e della logistica. Un Gruppo ancora in espansione come dichiara il suo Presidente Alessandro Laghezza: “Puntiamo ad essere l’operatore doganale leader su tutto il territorio nazionale”

Proprio lui Alessandro Laghezza accoglie con piacere l’invito a essere sponsor di Artènsile. In un’intervista racconta:
“Ho partecipato ad Artensile perchè è un progetto innovativo, capace di creare un ponte tra il mondo dell’arte e quello dell’impresa. Da imprenditore ed appassionato di arte, non posso che vedere positivamente l’iniziativa. Il progetto è molto ben confezionato e, soprattutto, comunicato nel modo migliore con una adeguata valorizzazione anche degli sponsor.”

Fonte: Artensile | Link Articolo

gruppo laghezza risultati articolo

I RISULTATI DEL GRUPPO LAGHEZZA

By | Comunicato stampa | No Comments

Il Gruppo Laghezza, leader nel settore delle operazioni doganali e importante player nel settore del trasporto e della logistica, ha registrato un notevole miglioramento dei risultati nel 2015 rispetto al 2014.

Con un fatturato di oltre 26 milioni di Euro, in crescita del 5.4% rispetto all’anno precedente, il Gruppo ha emesso circa 140.000 bollette doganali, per un totale di quasi 200.000 container processati.

I servizi doganali offerti dal Gruppo Laghezza coprono ad oggi tutti i principali scali portuali della costa Tirrenica e i maggiori interporti, grazie anche alle filiali che sono state inaugurate nel 2015 nei porti di Livorno e Marghera e nei centri intermodali di Melzo, Modena e Bologna.

Nel 2016 il fatturato si conferma in costante aumento, contestualmente all’apertura delle nuove sedi di Piacenza e Salerno. L’obiettivo è quello di continuare ad incrementare le performance, attraverso ingenti investimenti informatici e apertura di nuove filiali e potenziando ulteriormente i servizi offerti dalle Business Units “Logistica” e “Trasporti” che hanno il cuore della propria operatività nel centro logistico di Santo Stefano Magra, situato nell’area retroportuale a pochi chilometri dal porto di La Spezia.

Alessandro Laghezza, Presidente del Gruppo Laghezza, afferma

“Puntiamo ad essere l’operatore doganale leader su tutto il territorio nazionale, preparandoci per le sfide poste dal nuovo Codice Doganale e, in particolare, dallo sdoganamento centralizzato. Intendiamo inoltre investire fortemente nei servizi collaterali all’operazione doganale puntando sul nostro Polo Logistico di Santo Stefano Magra, che costituisce la principale struttura logistica del retroporto spezzino”.